Viewport_bg
Modulistica Newsletter Eventi Fattura_elettronica Registro_imprese verifichePA Nuova Visura Nuova Visura

ATTIVITA' REGOLAMENTATE SOGGETTE A SCIA - TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA

 

Unioncamere Italiana in data 20 ottobre 2015 ha trasmesso alle Camere di Commercio la nota  del 13 ottobre 2015 prot. n. 3496 dell'Agenzia delle entrate - Direzione Generale della Lombardia, in risposta ad un interpello formulato dall'Unioncamere della Lombardia circa il pagamento o meno della tassa di concessione governativa per  le attività soggette a SCIA.

Con tale nota si chiarisce che l'iscrizione nel Registro delle Imprese e nel REA ai fini dell'esercizio delle seguenti attività : installazione di impianti (D.M. 37/2008) - autoriparazione (L. 122/1992) - pulizia, disinfezione, disinfestazione, sanificazione e derattizzazione (L. 82/1994) - facchinaggio e movimentazione merci (L. 57/2001) - agente e rappresentante di commercio (L. 204/85) - agente di affari in mediazione (L. 39/1989) - spedizioniere ( L. 1442/1941) - mediatore marittimo (L. 478/1968) - commercio all'ingrosso (D. Lgs. 114/1998), non avendo natura abilitante non rientra tra le ipotesi contemplate dall'art. 22, punto 8, della Tariffa allegata al D.P.R. n. 641 del 1972, e, pertanto, per l'inoltro della prevista Segnalazione Certificata d'inizio Attività (SCIA) non è dovuta la tassa sulle concessioni governative.

L'Agenzia delle Entrate ribadisce che la tassa in questione è dovuta ogni volta che dall'inoltro di una SCIA scaturisca una iscrizione abilitante all'esercizio di un'attività, e nei predetti casi l'iscrizione ha funzione meramente dichiarativa dei requisiti professionali posseduti.

Pertanto sulla base di tale nota per le attività suindicate non dovrà essere allegata la tassa di concessione governativa.

gp