Il Pavimento in legno un grande classico sempre desiderato

Uno dei tipi di pavimenti più desiderabili è il pavimento in parquet. A detta di chiunque ami il bello, il pavimento in legno è capace di dare alla casa che lo ospita, un’aspetto più rifinito e signorile. Ai nostri giorni ne esistono davvero di tanti tipi e di tanti costi.

Secondo quanto detto dai maggiori esperti Italiani di Pavimenti in Parquet e cioè https://www.venditaparquetroma.net essi differiscono l’uno dall’altro dalle varietà di legno con cui sono fatti, quelle più gettonate in Italia sono il Rovere, il Faggio, il Bamboo, il Frassino, il Larice, l’Acero e L’abete, poi troviamo delle varietà più esotiche, perchè provengono da paesi anche molto lontani come l’Africa, l’Asia o il Sud America.

Per esempio l’Afrormosia, l’Iroko, il Doussiè, il Wengè, il Teak. Queste varità costano un po’ di più, anche a causa della loro maggiore rarità e anche per i maggiori costi di trasporto dai paesi di origine fino a noi.

Le differenze tra i vari pavimenti in legno

I pavimenti in parquet sono di diversi tipi, quelli di legno massello, cioè massiccio, sono costituiti da singole tavole, a tutto spessore, che vengono incollate con appositi adesivi al sottofondo di una stanza o anche nei bagni. Quando vengono posati i pavimenti in parquet, si devono osservare delle regole di base.

Pavimenti in legno

Per prima cosa il fondo deve essere ben livellato e regolare, per consentire al parquet di spianare bene durante la posa. Sconsigliamo di effettuare queste operazioni da se, se non si ha l’esperienza giusta, in quanto il risultato potrebbe essere inferiore alle aspettative e dare molti problemi poi in futuro. Dovresti pensare a trovare un buon posatore professionista che abbia esperienza nella posa di parquet.

Il costo dell’installazione del pavimento in legno dipende dalle dimensioni e dal tipo di pavimento da sostituire e dal tempo impiegato nel processo di installazione. Esistono tre tipi principali di pavimentazioni in parquet: pavimenti in parquet in laminato, pavimenti in legno massello e altri pavimenti sintetici, del tipo PVC, LVT, SPC; tutti questi tipi di pavimenti, hanno tempistiche e costi di materia prima e installazione diversi. Quando si è deciso il pavimento che si desidera è importante considerare questi fattori come parte del processo decisionale:

Quali elementi influiscono sul costo finale del pavimento in legno

Costo per metro quadrato (CMQ) – Questo è un semplice calcolo che misura il costo di ogni metro quadrato del tuo nuovo pavimento in legno. Il costo viene quindi moltiplicato per il numero di metri quadrati nella planimetria. Ciò include, il costo del parquet stesso, l’adesivo che serve per fissare il nuovo pavimento, la manodopera che occorre agli operai posatori per posare il parquet e poi per levigarlo, stuccarlo e rifinirlo.

Un valido posatore professionista, di solito, ci offrirà un costo totale al metro quadrato, comprensivo di tutte le precedenti voci già indicate, cioè materia prima (parquet), posa e incollaggio, levigatura, stuccatura, finitura e lucidatura, poi anche il battiscopa che ha un suo costo al metro lineare.

Tempo necessario per terminare il lavoro – Questo è un fattore importante per determinare il costo dell’installazione del pavimento in legno. Più tempo occorre per installare il pavimento, più costerà completare il lavoro, a meno che non si sia pattuito un costo forfettario al metro quadrato. I professionisti dei pavimenti in legno ti aiuteranno a determinare quanto tempo ci vorrà in base alla grandezza del pavimento stesso.

Pavimenti in legno massello – Se scegli il legno massiccio rispetto a quello ingegnerizzato o in compensato, il tuo costo sarà leggermente superiore. I legni duri solidi sono diversi dalle varietà più economiche. Per questo motivo, i pavimenti in legno massiccio, che è composto solo da legni duri massicci sono solitamente più costosi dei pavimenti di minore qualità composti da uno strato molto esiguo di legno vero e da supporti in altri materiali.

 

Tags: