Big Data marketing: cos’è e a cosa porterà

Siamo nell’era della rivoluzione dei dati, in cui i dati stessi vengono generati da sensori presenti in milioni di dispositivi. Sebbene questi dati siano presenti ovunque e la loro pervasività e utilità stiano migliorando le nostre vite in molti modi, è spesso difficile capire cosa siano, da dove provengono, come possono essere utilizzati, il loro potenziale e il ruolo essenziale in cui svolgono strategie di marketing e pubblicità.

Se un tempo i dati erano scarsi, oggi sono abbondantissimi grazie alla crescente capacità di raccogliere forme coerenti di dati digitali in modi completamente nuovi, combinati con il basso costo di archiviazione dei dati e nuovi modi per creare valore da essi. È un dato di fatto e si stima che attualmente vengano generati più di 2,5 quadrilioni di byte di dati al giorno.

Andiamo a vedere ora un concetto che combina dati e marketing: il Big Data Marketing per l’appunto . Prima di approfondire la conoscenza di questo concetto dobbiamo sapere che i Big Data in quanto tali sono un insieme ampio e complesso di dati che è difficile da elaborare.

La sfida nell’utilizzo dei Big Data non sta nell’ottenere i dati ma nel modo in cui vengono sfruttati. I consumatori navigano in Internet ogni giorno e lasciano un’immensa quantità di dati su di loro, come i loro interessi, hobby, con chi condividono i contenuti o dove acquistano i prodotti. Questi dati vengono raccolti per formare la business intelligence e creare profili accurati, questo è fondamentalmente il Big Data.

Ricardo Baeza- Yates: "En el futuro los algoritmos deben ser conscientes de  sus sesgos"

Il Big Data Marketing riguarda lo sfruttamento in tempo reale del pubblico target di interesse, attraverso l’applicazione tecnologica di algoritmi di intelligenza artificiale. Tutto ciò avviene inoltre sfruttando tutti i dati che abbiamo sull’utente o sul cliente e integrandoli con i dati che è in grado di fornire il mezzo pubblicitario con l’obiettivo finale di avere un impatto individuale sul cliente. Il Big Data Marketing adempie alla funzione essenziale di raggiungere la massima personalizzazione e colpire un pubblico molto specifico con annunci personalizzati, in base al loro comportamento o alle loro esigenze.

Il futuro dei Big Data

L’evoluzione del Big Data Marketing all’inizio è stata molto complicata dal fatto di doverne misurare l’affidabilità oltre che la provenienza ma negli ultimi anni è stato fatto un grande passo verso la trasparenza facilitando il processo decisionale e la redditività degli stessi.

Il Big Data Marketing offre un gran numero di possibilità e vantaggi perché massimizza l’efficienza delle campagne di marketing, aumentandone la redditività e allo stesso tempo ha un impatto positivo per il cliente che riceve offerte di prodotti più adeguati alle sue esigenze. Senza dubbio è lo strumento migliore per capire i clienti perché permette, tra le tante altre cose, di ottenere nuove opportunità di vendita per il brand.

Il ritmo con cui si evolve il Big Data Marketing è attualmente inarrestabile, proprio per i molteplici vantaggi che l’elaborazione e l’utilizzo delle informazioni rappresentano sia per i brand che per i consumatori. I Big Data nel marketing, a causa degli enormi vantaggi che portano, sono diventati un elemento chiave per la pianificazione di qualsiasi strategia di marketing online orientata a raggiungere il successo.

Nei prossimi anni dovremo essere molto più trasparenti, soprattutto nei confronti del cliente, facendo un ottimo uso e chiedendo sempre l’accettazione di consenso dei dati poiché comprendiamo che il cliente finale tenderà a penalizzare le aziende che faranno un uso improprio di questi dati.