Caratteristiche e vantaggi di un e-commerce

Ti sei mai chiesto cos’è l’e-commerce o qual è il significato esatto di questo termine? Nonostante il suo boom, molte persone non sono consapevoli di cosa sia esattamente. Pertanto, l’obiettivo di questo articolo è spiegare la definizione esatta di e-commerce, la differenza con altri termini simili, le tipologie esistenti e i vantaggi rispetto al commercio tradizionale. Oltre al consiglio di affidarsi ad agenzie specializzate nella realizzazione di e-commerce.

Concetto di e-commerce: che cos’è

L’e-commerce o commercio elettronico è definito come “un  sistema per l’acquisto e la vendita di prodotti e servizi che utilizza Internet come principale mezzo di scambio“. In altre parole, è un’azienda che gestisce incassi e pagamenti tramite mezzi elettronici.

E-commerce: il profilo commerciale

Ogni azienda ha un tipo di cliente a cui si rivolge, e in base a questo possiamo classificarli:
  • B2B ( Business-to-Business ): aziende i cui clienti finali sono altre società o organizzazioni. Un esempio potrebbe essere un negozio di materiali da costruzione che si rivolge a interior designer o architetti.
  • B2C ( Business-to-Consumer ): aziende che vendono direttamente ai consumatori finali del prodotto o servizio. È il più comune e ci sono migliaia di esempi di negozi di moda, scarpe, elettronica, ecc.
  • C2B ( Consumer-to-Business ): portali in cui i consumatori pubblicano un prodotto o servizio e le aziende fanno offerte per loro. Sono i classici portali di lavoro freelance.
  • C2C ( Consumer-to-Consumer ): azienda che facilita la vendita di prodotti da alcuni consumatori ad altri. L’esempio più chiaro sarebbe eBay o qualsiasi altro portale di vendita di seconda mano.

E-commerce: modelli di business

Il settore online è ancora un settore ancora non del tutto maturo, i cambiamenti tecnologici sono costanti e le nuove attività online che sorgono soddisfano le nuove esigenze create. A seconda di come viene generato il reddito o di come viene effettuato lo scambio tra acquirente e venditore, possono essere suddivisi in:
  • Negozio online con i propri prodotti: la prima cosa che ti verrà in mente parlando di siti web di e-commerce. Le stesse caratteristiche di un negozio fisico ma in versione online.
  • Dropshipping: a priori, per il cliente, sembra tutto come un normale e-commerce. La differenza è che il venditore non invia il prodotto, ma è una terza parte che lo fa.
  • E-commerce di affiliazione: In questo caso, il negozio non solo non invia il prodotto ma la chiusura della vendita non viene effettuata sulla sua piattaforma. Quello che fa è indirizzare il cliente a un altro negozio, che ti paga una commissione quando la vendita è confermata. L’affiliazione ad Amazon è un esempio lampante.
  • Abbonamento: questo tipo di e-commerce è legato agli acquisti ricorrenti con un abbonamento periodico(settimanale, mensile, bimestrale, ecc.). Questo tipo di fidelizzazione sta diventando di moda con le cosiddette “scatole a sorpresa”. Consiste in una scatola che viene spedita ogni mese con prodotti misti e a sorpresa, ad esempio, birre artigianali. Invece di vendere il prodotto una sola volta, offre la possibilità di riceverlo con una certa frequenza.
  • Mercato: un mercato è un’aggregazione di negozi, un sito Web in cui diversi venditori offrono i loro prodotti su una o più tematiche. Amazon  è un chiaro esempio a tal proposito. Sebbene funzioni anche come un normale e-commerce, qualunque attività commerciale può vendere sulla sua piattaforma in cambio di una commissione all’azienda americana.
  • Servizi : un’attività di e-commerce non deve limitarsi alla vendita di articoli. Formazione, consulenza o qualsiasi scambio di tempo per denaro sono un’opzione molto valida per iniziare la tua attività senza rischi.

Vantaggi della creazione di un e-commerce

 
  1. Più clienti:  né un negozio locale né un’azienda con sede in diverse città possono raggiungere la portata dell’e-commerce. La possibilità di acquistare e vendere da qualsiasi parte del mondo amplia il pubblico di destinazione e ti consente di ottenere più clienti.
  2. Nessun orario: l’ e-commerce non ha orari mentre è raro trovare negozi o aziende che lavorano 24 ore al giorno. Il sito web è aperto al pubblico tutto il giorno e il cliente può acquistare ciò che vuole quando vuole.
  3. Costi inferiori:  il semplice fatto di non aver bisogno di uno stabilimento fisico riduce i costi rispetto al business tradizionale. E quando l’e-commerce funziona collegando i fornitori con gli acquirenti non ci sono nemmeno spese di produzione.
  4. Più margine di profitto:  la riduzione dei costi e l’aumento del mercato dei clienti fanno sì che, anche abbassando i prezzi, si possa ottenere un margine più alto rispetto a uno stabilimento tradizionale. Vendi di più e guadagni di più.
  5. Scalabilità: questo significa che puoi vendere a una o mille persone contemporaneamente. In un’attività fisica c’è sempre un limite al numero di clienti che puoi servire allo stesso tempo, nell’e-commerce il limite è fissato dalla tua capacità di attirare visitatori.