Il business della musica

Il business della musica è uno tra i più redditizi di sempre. Per questo motivo, esso merita un approfondimento dedicato. Ci sono, in realtà, diversi imprenditori che lo guardano con molto interesse, ma non sanno come interpretarlo. A proposito di ciò, abbiamo deciso di dedicare al business della musica un intero articolo. 

Nel corso dell’ultimo ventennio, questo ha subito profondi e complessi cambiamenti. La causa di questi è dovuta alla diffusione di nuove tecnologie informatiche. In particolare, è venuta all’esistenza la cosiddetta “distruzione creativa”. Questa si verifica quando qualcosa di nuovo entra nel mercato sostituendo interamente il vecchio.

La distruzione della creatività musicale

L’esempio più chiaro del mercato musicale è il continuo affermarsi di nuovi dispositivi. Il vinile negli anni 70, per esempio, è stato sostituito da musicassette negli anni ’80 e, che poi hanno lasciato il posto ai CD negli anni ’90.

Come se non bastasse, poi, a partire dagli anni ’90, il computer ed Internet hanno permesso di cambiare il mercato musicale, raggiungendo molti più clienti e cambiando per sempre il sistema di diffusione della musica. Tutti questi cambiamenti hanno comportato una forma di “distruzione musicale”.

In questi anni abbiamo la nascita della distribuzione digitale in ambito musicale. Questo sta cambiando radicalmente il rapporto tra artisti, case discografiche, negozi di musica e consumatori. In particolar modo,  ciò contribuisce ad avere un impatto devastante sui mercati e sui fatturati.

Per esempio, i ricavi annui dell’industria musicale hanno subito una contrazione superiore al 45% nel periodo 2001- 2013 passando da 27,6 miliardi di dollari nel 2001 ad 15 alla fine del 2013. Inoltre, attualmente, si sta assistendo a nuovi cambiamenti.

Le nuove tendenze del business della musica

È il ritorno del “singolo”. Si tratta della tendenza che ha segnato gli anni d’oro della musica. Bellissimo periodo nel quale la gente ancora custodiva avidamente i vinili dei propri idoli. Spetta poi all’individuo comporsi autonomamente la propria playlist mettendo insieme i migliori singoli.

Inoltre, la nascita di piattaforme come Spotify e Deezer ha certamente contribuito a creare una win-win strategy, portando vantaggi a tutti i players. Le Majors, cioè le case discografiche, hanno introiti derivanti dall’ascolto di file musicali. Mentre gli utenti possono ascoltare la musica legalmente e a basso costo. A partire dal momento del suo lancio, Spotify ha contribuito a versare ai detentori dei diritti sulle canzoni $1 miliardo, fondi che sarebbero stati persi attraverso la pirateria.

Le nuove tendenze musicali

Sulla base di quanto accaduto negli anni precedenti, è possibile ipotizzare alcuni futuri progressi dell’ambito musicale. Una prima tendenza che non può essere sottovalutata è la presenza di concerti sempre più virtuali. Questi concerti sono chiaramente diversi da quelli sostenuti dalla tradizioni, ma offrono notevoli vantaggi. In particolare, è possibile eseguirli senza l’affitto di locali e quindi con spese nettamente minori. Ciò comporta anche un minor costo dei biglietti per gli utenti. Tuttavia, la possibilità di fare questo tipo di concerti, apre a un numero maggiorie di partecipanti che si possono collegare da casa loro. Tutto questo comporta un maggiore incasso. Da qui, comprendiamo che è un bene investire in cantanti che utilizzano questa modalità di diffusione della propria musica.

Inoltre, fare musica è sempre più semplice. Non per quanto riguarda la tecnica, che deve essere sempre studiata e affinata. Ma almeno per ciò che concerne l’incisione di canzoni. Per la prima volta nella storia, gli artisti non sono più costretti a spendere migliaia di dollari per incidere una canzone. Il processo di registrazione si può fare anche attraverso semplici software, alcuni dei quali gratuiti.

Per questo motivo, la musica andrà diffondendosi sempre di più. Si tratta quindi di un business in crescita, che non smetterà di stupirci. Ciò fa di lui un buon business in cui investire come gli 899.